quarticciolo

Domenica 16 dicembre nello spazio sociale Red Lab, nell’occupazione del Quarticciolo, si sono festeggiati i 20 anni da quel “12 dicembre 1998 alle ore 12.15”, come leggeremo nell’intervista che segue, quando la fu Casa del Fascio, poi divenuta Questura, per essere abbandonata in seguito, è diventata la casa di un gruppo di famiglie e giovani, che resiste ancora oggi.

N.b.
I nomi dei tre intervistati e dell’intervistata, sono nomi di fantasia.

Perché venti anni fa avete deciso di occupare

L'occupazione abitativa del 4 stelle resiste alle minacce di sgombero dopo un incendio scoppiato all'interno della struttura. Nell'edificio abitano 400 persone di cui 100 bambini. Margherita dei Blocchi precari metropolitani spiega cosa sta succedendo.

comitati di quartiere Tufello romaLa redazione di Levante con l’intervista al Comitato di quartiere del Tufello da avvio ad un ciclo di articoli alla scoperta dei Comitati di quartiere contro gli sfratti nelle case popolari. Come abbiamo descritto nell’articolo precedente, nel quadrante est della città non solo sono presenti la maggior parte degli agglomerati delle case popolari del Comune di Roma ma i suoi abitanti sono in credito con le amministrazioni per mancanza di servizi e infrastrutture adeguate a vivere una vita di

Due sgomberi in meno di 4 mesi: è questo il modo in cui il Comune di Roma ha deciso di affrontare la situazione di circa 120 persone, cittadini di origine sudanese. Da anni residenti in un edificio in via Scorticabove, periferia est di Roma – un centro di prima accoglienza gestito da una cooperativa che, una volta coinvolta nell'inchiesta Mafia Capitale, ha abbandonato il campo, dove le persone hanno deciso di rimanere autogestendo lo spazio – il 5 luglio scorso sono stati sgomberati, senza

Fonte: https://osservatoriocasaroma.com/

Negli ultimi tempi come tamburo battente sentiamo parlare di quegli abusivi e scrocconi degli inquilini delle case popolari: una contraddizione in termini. Eppure ci hanno quasi convinto.

La scorsa settimana una signora delle case popolari di Villa Gordiani è stata sfrattata perché “abusiva”. Ha 68 anni e la pensione al minimo di 420 euro al mese. Dopo lo sfratto è stata trasferita in una casa d’accoglienza dall’altra parte di Roma, nel quartiere della Garbatella. Estirpata dal contesto in