219 12 20 Vallo intervista cdq 0

Il giorno 18 dicembre 2019, presso la Sala Meeting dell’Albergo Roma Aeterna (ex fabbrica Serono),  si è tenuto un incontro con i cittadini in presenza dei rappresentanti del Dipartimento Mobilità, Agenzia Mobiltà e RFI (Rete Ferrovie Italiane). Ordine del giorno: intersezione Stazione RFI Pigneto e Vallo Ferroviario.

Ma si sarà anche discusso del modo di ridurre al minimo i disagi per gli abitanti durante la realizzazione di questo progetto? Perchè è il caso di dirlo, per quanto utile sia, si tratterà proprio di una mega opera.

Per capire cosa si muove dietro la stazione di scambio e il nuovo Vallo basta considerare che la prima stazione di Roma (e d'Italia) per numero di passeggeri è Termini con circa 150 milioni di viaggiatori all'anno, seguita da Tiburtina con 51 milioni di passeggeri annui e da Ostiense con 10 milioni di passeggeri annui. Quando si dice che Roma Pigneto diventerà la terza stazione di Roma si sta dicendo che qui vi potrebbero transitare da 10 a 50 milioni di passeggeri all'anno, ossia da 30.000 a 140.000 persone al giorno.

Il ritardo di due anni, subito accumulato nella fase iniziale, non fa presagire nulla di buono. Non sono una novità i lavori che durano in eterno, i costi che lievitano, i disagi per la popolazione: insomma, la tipica epopea a cui i quartieri interessati da questi grandi progetti, per quanto utili, vanno incontro.

Ma cosa ne pensano gli abitanti del Pigneto? Raccogliamo e ripubblichiamo le opinioni emerse nel comunicato del Comitato di Quartiere Pigneto-Prenestino.


Quali sono le opinioni riguardo questi lavori?

Ovviamente siamo favorevoli al potenziamento del trasporto pubblico, e la fermata ferroviaria Pigneto, sulle linee FL1 e FL3, collegata anche con la metro C, sarà utile agli abitanti, questo è forse superfluo ribadirlo, ma è bene metterlo in chiaro. Il Comitato di quartiere si è sempre battuto per la difesa e il potenziamento del trasporto pubblico, ed è anche tra coloro che hanno richiesto sin dall’inizio questa fermata.

Le Ferrovie hanno presentato un programma dei lavori, che dureranno a loro dire circa due anni e mezzo, da quando avranno il cantiere a disposizione, all’incirca ad aprile 2020. Ovviamente i tempi sono soggetti ad allungamenti, lo sappiamo bene. Secondo noi al termine dei lavori si dovrà anche arrivare a una copertura totale del vallo che renda l’area agli abitanti e riunisca il nostro quartiere.

In che senso "riunisca il nostro quartiere"?

Tra alcuni mesi andrà abbattuto il ponte pedonale su via del Pigneto, e per circa due anni non ci saranno passaggi tra le due parti del quartiere se non attraverso la Prenestina e la Casilina. Il Comitato di quartiere ha chiesto che sia realizzato un cavalcavia pedonale, ma tale realizzazione secondo le ferrovie è impossibile per via del cantiere. Verificheremo. In tale periodo le ferrovie costruiranno una passerella pedonale accanto a via Casilina, che però non può sostituire il ponte attuale! Abbiamo perciò fatto presente i problemi che questa interruzione del quartiere comporta: il danno che ne conseguirà sarà a carico delle scuole, del mercato e delle attività commerciali, degli anziani e dei diversamente abili, ma anche della vita quotidiana e sociale. Le Ferrovie si sono impegnate ad aprire prima il passaggio, ma solo se ciò sarà possibile. 219 12 20 Vallo intervista cdq 2

Ribadendo la necessità di avere tale passaggio, abbiamo chiesto comunque che sia riesaminato fin da ora il programma e le fasi dei lavori, in modo da rendere reale questa possibilità, e non solo parole di circostanza. Anche il Comitato di quartiere procederà a un esame per suo conto, per cercare e proporre soluzioni.

Quali sono i nodi problemtici riguardo la viabilità?

Uno dei problemi sarà la chiusura per il cantiere delle Circonvallazione Casilina Ovest (lato verso il centro città). Roma Servizi per la Mobilità ha presentato il suo piano di viabilità alternativa ma noi abbiamo proposto un nostro piano con alcune correzioni al piano ufficiale, per evitare i problemi che secondo noi ci saranno su piazzale Prenestino e via l’Aquila, ma le autorità hanno insistito sul loro piano originario, che partirà a gennaio.

Infine, riguardo i posti auto?

Visto che durante i lavori, andranno persi molti posti auto sulla Circonvallazione, abbiamo anche presentato e nuovamente consegnato un piano parcheggi che secondo noi, con piccoli interventi stradali, potrà rendere disponibili più posti auto di quello del Comune, insufficiente a recuperare appieno i posti perduti. Vedremo se sarà accettato. Renderemo anch’esso pubblico.

219 12 20 Vallo intervista cdq 1219 12 20 Vallo intervista cdq 4